Si verifica nei bambini sottoposti a sieroprofilassi. In questa forma clinica di morbillo, il periodo di incubazione viene solitamente ritardato fino a un massimo di 21 giorni, mentre la fase catarrale e il periodo di rash, al contrario, vengono accorciati. L'enanthema e le macchie di Velskij - Filatov potrebbero essere assenti. Il naso che cola, la tosse, la fotofobia e la lacrimazione sono lievi o scompaiono del tutto. Il morbillo è raro, spesso rappresentato da singoli elementi. Il benessere generale non soffre o poco è disturbato. La temperatura sale a numeri subfebrilici di solito entro 2-3 giorni.

Il grado di attenuazione dei vari sintomi nella forma attenuata del morbillo può variare ampiamente e dipende dall'efficacia della sieroprofilassi.
complicazioni

Ci sono una serie di condizioni che favoriscono lo sviluppo delle complicanze del morbillo:

- età da bambini del paziente (la probabilità più grande di complicazioni è rilevata in bambini meno di 2 anni);

- presenza di malattie croniche concomitanti e processi patologici (quali diatesi essudativa, rachitismo, ipovitaminosi, distrofia, ecc.);

- adesione di infezioni secondarie;

- condizioni non igieniche dei pazienti, scarsa cura per loro (affollati e affollati nella stanza del loro soggiorno, con loro nei reparti generali del reparto morbillo dei pazienti con altre malattie infettive).

Il primo posto nella frequenza di insorgenza nel morbillo appartiene alle complicanze degli organi respiratori: laringite, morbillo, bronchite, polmonite, ecc.

La laringite, o infiammazione della laringe, è caratterizzata dalla comparsa di raucedine nel paziente e da una tosse acuta e abbaiante. Forse lo sviluppo di fenomeni di stenosi laringea, che porta alla comparsa di morbillo. A seconda del momento del verificarsi del morbillo, ci sono 2 tipi di esso: presto e tardi.

La groppa precoce da morbillo si sviluppa nel periodo catarrale o all'inizio di un'eruzione e si manifesta con raucedine lieve o moderata della voce. Ha una tendenza a svilupparsi rapidamente, e i fenomeni di stenosi sono instabili, durano per 1-3 giorni, a volte più a lungo.

Il morbillo tardivo si verifica nella fase di pigmentazione ed è caratterizzato da un decorso più grave: spesso si nota una completa perdita temporanea della voce, una marcata stenosi del tratto respiratorio. Questi fenomeni si svolgono da molto tempo.

La polmonite, che complica il decorso del morbillo, è abbastanza comune, specialmente nei bambini piccoli, ed è la principale causa di morte in questa malattia infettiva. Questa complicazione può verificarsi in qualsiasi periodo di morbillo. La polmonite da morbillo può verificarsi con febbre alta, stupefaction, convulsioni e debolezza cardiovascolare. Può seguire un corso prolungato con lo sviluppo successivo di ascesso, gangrena polmonare, ecc.

Quando il morbillo è abbastanza comune complicazioni dell'apparato digerente: stomatite, dispepsia, colite. La dispepsia spesso complica il morbillo, soprattutto nella prima infanzia. Il normale funzionamento dell'intestino in tali casi, di regola, viene ripristinato dopo che la temperatura diminuisce. La colite di solito si verifica nelle ultime fasi del processo di morbillo, dopo i fiori avventati. Questa malattia si manifesta con frequenti sollecitazioni a defecare, la comparsa nel muco delle feci, il pus, meno sangue.

Molto spesso il morbillo è anche complicato da otite, cheratite e lesioni cutanee pustolose (foruncoli, impetigine, ecc.).

In alcuni casi, il morbillo grave può essere complicato da danni al sistema nervoso con lo sviluppo di meningite sierosa, encefalopatia ed encefalite.

Combinazione di morbillo con altre malattie infettive

Quando il morbillo è combinato con qualsiasi altra malattia infettiva, c'è un aggravamento del decorso di malattie che si verificano simultaneamente, un aumento dello sviluppo di complicanze e un aumento della mortalità.

La combinazione di morbillo con difterite porta all'aggravamento di quest'ultimo, che assume la forma di groppa pesante, assumendo talvolta il carattere di discendere. Abbastanza spesso, questa combinazione di malattie infettive porta alla diffusione del processo di difterite sulla mucosa nasale, sulla pelle danneggiata e sulla congiuntiva oculare.

La combinazione di morbillo con pertosse porta ad un indebolimento del corpo, che si riflette in particolare nello stato degli organi respiratori, che sono colpiti con particolare facilità. Queste complicazioni del sistema respiratorio sono soggette a un flusso lento e spesso portano allo sviluppo di bronchite cronica e polmonite.

La combinazione di morbillo con scarlattina porta all'allungamento del periodo di incubazione del primo, il suo decorso grave, a volte accompagnato dallo sviluppo di complicanze purulente. Inoltre, questa combinazione contribuisce allo sviluppo della recidiva della scarlattina e alla comparsa di varie complicanze scarlatte.

diagnostica

Il riconoscimento della malattia dovrebbe essere il più precoce possibile. La diagnosi clinica del morbillo nei bambini non vaccinati non è difficile. Se la diagnosi è dubbia, è necessario isolare il paziente e osservare per 1-2 giorni fino a quando compaiono i tipici sintomi del morbillo. Quindi, il rilevamento dell'enantotopo chiazzato sulla membrana mucosa del cielo e delle macchie di Velskiy-Filatov nel periodo catarrale della malattia serve come un fatto certo che il morbillo ha un'infezione. In condizioni di laboratorio, vengono utilizzati metodi sierologici per diagnosticare il morbillo.

Il morbillo nel periodo catarrale è mescolato con l'influenza e altre infezioni virali respiratorie a causa di alcune manifestazioni cliniche simili. Nella fase avventata, il morbillo dovrebbe essere distinto da rosolia, rosolia, vaiolo, malattia del siero o malattia del morbillo.

Quando la forma di mitigazione di complicazioni di morbillo e morti, di regola, non è osservata.

Risultati e previsione

I casi fatali di morbillo si verificano principalmente quando sono associate complicazioni, in particolare la polmonite nei bambini sotto i 2 anni di età. La prognosi del morbillo è aggravata dalla presenza di altre malattie nei bambini: diatesi essudativa, rachitismo, tubercolosi e combinazione con qualsiasi altra malattia infettiva (difterite, pertosse, scarlattina, dissenteria, ecc.). Di grande importanza è la tempestività del trattamento della malattia, le condizioni abitative favorevoli, la cura adeguata della cura malata e razionale delle complicanze.

trattamento

Un ruolo importante nel trattamento di un paziente con il morbillo è preso da un regime ben organizzato e da cure di cura, che aiuta a prevenire lo sviluppo di complicanze. L'aria fresca ha un effetto benefico sul paziente, quindi è necessario posizionarlo vicino alla finestra, che deve essere periodicamente arieggiato, evitando correnti d'aria e sovraraffreddamento del bambino.

La nutrizione del paziente dovrebbe essere un alimento completo, facilmente digeribile, preferibilmente in forma liquida o semiliquida. Si consiglia la nomina di acido ascorbico 300-400 mg al giorno, vitamina A.

Per l'igiene della pelle colpita, è necessario effettuare frequenti lavaggi della pelle delle mani e del viso, normali bagni comuni. Ogni giorno, se necessario, è necessario lavare gli occhi, liberare le cavità nasali dal muco e dalle croste, lubrificare le labbra con il grasso e sciacquarsi la bocca.

Antidolorifici e farmaci antipiretici sono prescritti per mal di testa e febbre (paracetamolo, aspirina, ecc.). Per la tosse dolorosa e secca, si raccomanda l'uso della codeina e dei suoi derivati ​​e per la rinite grave - naftilina, galazolina, sanorin, ecc. Per l'insonnia persistente, si raccomandano barbiturici (fenobarbital, ecc.).

Trattamento delle complicazioni della malattia In presenza di morbillo, sono prescritte procedure di riscaldamento (bagni, paraffina e ozo-caritoterapia), sonniferi moderati, codeina. Per la prevenzione della polmonite e la prevenzione dell'infezione secondaria, si raccomanda la terapia antibiotica (penicillina, cloramfenicolo, ecc.). In presenza di morbillo grave, secondo le indicazioni, viene eseguita una tracheotomia primaria. Per la polmonite da morbillo, il trattamento viene effettuato secondo le regole generali per il trattamento della malattia: terapia antibatterica, lotta alla carenza di ossigeno, trasfusioni di sangue e plasma, infusione endovenosa di glucosio, ecc.